VI Premio in Dermatologia

Notizie dalle Terme

2 e 3 novembre 2019
VIsite mediche gratuite e pacchetto prova per la cura
6 aprile 2019
Convegno su nutrizione, corretti stili di vita e prevenzione
Nuova proposta alle terme
Al 4 piano del centro termale

VI Premio in Dermatologia

Premiati i dermatologi: prof. Pelfini di Como, prof. Christophers di Kiel e dott. Wallnöfer di Bolzano.

AL VI PREMIO PER L'IMPEGNO IN DERMATOLOGIA SFILANO ALLE TERME DI COMANO I BIG DELLA DERMATOLOGIA EUROPEA

Alla VI edizione del Premio per l’Impegno in dermatologia che si è tenuto il 18 ottobre alle Terme di Comano sono stati premiati:

il prof. Enno Christophers, Cattedratico dell’Università di Kiel in Germania, esperto mondiale che ha presentato le ultime novità sulle basi genetiche della psoriasi e sui fattori ambientali che la condizionano. A premiarlo il numero uno della dermatologia italiana, il prof. Giampiero Girolomoni, Direttore Clinica Universitaria di Verona, membro del Comitato Scientifico delle Terme di Comano.

il prof. Carlo Pelfini, Cattedratico dell’Università di Pavia, particolarmente conosciuto per i suoi studi sull’acne. Il suo intervento è stato incentrato sulla revisione critica delle terapie conosciute, sul concetto di medicina basata sull’evidenza e sul rapporto rischi-benefici. A premiarlo il prof. Carlo Gelmetti, autorevole esponente della dermatologia pediatrica, inventore della Scuola dell’Atopia.

il dott. Werner Wallnofer, per anni primario della Dermatologia dell’Ospedale di Bolzano. Nel suo intervento ha evidenziato l’importanza del rapporto medico paziente, ritenuto fondamentale per l’efficacia delle terapie, ricordando una frase letta in un vecchio ospedale di Parigi che recitava “Se sei malato vieni e ti guarirò, se non potrò guarirti ti curerò, se non potrò curarti ti consolerò“.

Un premio speciale alla carriera è stato consegnato al dott. Mario Cristofolini, da anni anima scientifica e medica delle Terme di Comano. Ecco la motivazione del premio “Mario Cristofolini ha sempre dato la prevalenza, nelle sue diverse attività, all’aspetto umano e di vicinanza vera alle persone, specialmente a quelle in difficoltà. Non solo medico e uomo di scienza, ma persona impegnata con generosità con tantissimi fronti, con una predilezione per il volontariato.”