Idromassaggi termali

Idromassaggi termali

Gli idromassaggi con l’acqua termale di Comano sono indicati nel trattamento di insufficienze venose croniche, flebopatie, disturbi circolatori, che sono responsabili di gonfiori, pesantezza e capillari dilatati alle gambe, soprattutto tra le donne.

Che cos’è?
L’insufficienza venosa cronica è dovuta ad uno scompenso nel funzionamento delle vene periferiche, causato da un anomalo funzionamento del sistema valvolare. Può coinvolgere il sistema venoso superficiale e/o profondo.

Cosa vedo?
Si manifesta con la comparsa di varici agli arti inferiori, cioè dilatazioni permanenti della parete venosa con aumento del diametro della vena. Il quadro clinico a volte può complicarsi con la comparsa di eczemi ed ulcerazioni croniche.
I primi sintomi di disturbo sono pesantezza e tensione alle gambe. Spesso sono presenti sensazioni di formicolio, punture di spilli, crampi notturni e senso di bruciore con o senza prurito sulla cute soprastante le varici. Talvolta il primo sintomo è l’irrequietezza degli arti inferiori in posizione seduta, eretta o a letto nelle ore notturne. Infine un segno non sempre costante è la presenza di edema (gonfiore) alle caviglie accentuato soprattutto dal caldo stagionale o ambientale e, nella donna, dal periodo mestruale o dalla gravidanza.

Le cause?
Nella pratica clinica circa il 70% dei pazienti riconosce una predisposizione familiare. L’influenza degli ormoni femminili gioca un ruolo importante: le gravidanze e la contraccezione ormonale ne aumentano il rischio di insorgenza. Altri fattori predisponenti sono rappresentati dall’obesità, da anomalie ortopediche ed infine da condizioni climatiche e di lavoro (il progresso tecnologico ha acuito tale patologia in quanto molte attività lavorative vengono effettuate immobili, nella posizione seduta o eretta).

Terapia termale e benefici
L’idromassaggio ha un effetto generale sul corpo, determinando un rilassamento della muscolatura e un calo della pressione arteriosa. Il risultato finale è defaticante e distensivo, con stimolazione del microcircolo. L’acqua termale per le sue proprietà detergenti, lenitive e di stimolazione della rigenerazione dello strato superficiale della cute è indicata nelle patologie vascolari complicate da eczema da stasi, pigmentazione e ulcere venose.

Convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale
Il Servizio Sanitario Nazionale concede gratuitamente per le seguenti patologie:

  • postumi flebopatie croniche
  • insufficienza venosa cronica
  • varici arti inferiori
  • vasculopatie croniche venose arti inferiori

12 idromassaggi termali e la visita medica di ammissione, con pagamento alle terme del ticket di € 55 o delle quota ricetta di € 3,10, salvo per gli esenti.

Per accedere alle cure termali serve la ricetta del proprio medico di base redatta sul ricettario regionale da presentare alle terme unitamente alla tessera sanitaria. Sulla ricetta il medico dovrà scrivere “si prescrivono idromassaggi termali per insufficienza venosa cronica” o un’altra delle patologie riconosciute di cui sopra.
Unitamente alla ricetta vanno portati da casa elettrocardiogramma e doppler venoso arti inferiori con validità 3 mesi. Questi esami possono essere eventualmente effettuati anche presso il centro termale.

ATTENZIONE: non vengono accettate ricette contenenti le parole "accertamenti" o "quesito" nella dicitura indicata dal medico.

Comportamenti utili

È consigliata l’attività fisica, in particolare le camminate, un’ora al giorno, e la pratica di sport isotonici di movimento come nuoto, sci di fondo, ginnastica in acqua, ballo liscio.